FORMAZIONE CONTINUA

Indietro

Lo stato di Vuoto nello shivaismo del Kasmir

Luogo: Miano
Data Inizio: 19.01.2019
Data Fine: 25.05.2019
Telefono: 02 70122766
E-mail: hatha.vidya@gmail.com

Lo stato di Vuoto nello shivaismo del Kasmir

Organizzato e condotto da: Alessandro Manià

Numero di ore riconosciute: 18

Luogo di svolgimento: Milano


OBBIETTIVI GENERALI:
Obiettivo generale del ciclo di studi cui si rifà questa proposta è quello di offrire agli insegnanti di yoga la possibilità di approfondire le basi culturali della tradizione dello Shiva Yoga, nella lettura dei testi originali, nell'analisi comparata di diversi commenti autorevoli non sempre facilmente reperibili. Lo scopo non è tanto l'informazione culturale sulle basi metafisiche di tale tradizione, quanto piuttosto il legare tali conoscenze all'approfondimento esperienziale, in funzione sia della propria crescita personale sia della possibilità di trasmettere tali acquisizioni a propri allievi. Si tratta quindi di comprendere come la comprensione dei concetti che stanno alla base degli insegnamenti dello yoga abbia il potere di porre luce sul senso stesso della nostra esistenza.
A tale fine non può bastare una accurata traduzione in italiano dei termini sanscriti contenuti nei testi tradizionali. Infatti gli stessi concetti con cui crediamo di rendere in italiano i “corrispondenti” termini sanscriti hanno una lunga storia in Occidente, spesso assai problematica ed interessante. Occorre quindi approfondire per temi specifici, nei limiti del tempo concesso, il confronto con la tradizione filosofica/scientifica occidentale evitando accuratamente di cadere nel tecnicismo filosofico o scientifico. Lo scopo è quello di comprendere più a fondo lo sviluppo di rami paralleli del sapere e di aprire al confronto consapevole piuttosto che quello di formare esperti di filosofia orientale o tecnici dell'insegnamento dello yoga.


Il tema su cui sarà centrato il nostro studio per l’anno 2018-19 sarà lo stato di vuoto.
Il Corso di formazione continua è di durata trimestrale e si suddivide in parte “teorica” di 15 ore complessive e una parte “pratica” di 3 ore complessive.
La parte teorica sarà costituita da tre percorsi di 5 ore ciascuno.
Il percorso di formazione consiste di tre incontri giornalieri di 6 ore, per complessive 18 ore, suddivise in 15 ore di carattere teorico e 3 di carattere esperienziale.
E' richiesta la frequenza a tutti gli incontri.

Alla fine del percorso verrà conferito l’attestato di frequenza del Corso di formazione continua.


OBBIETTIVI SPECIFICI:
1. Trasformare la lettura dei testi in una occasione per allargare l'orizzonte coscienziale e mettere in pratica sul proprio corpo/mente le tecniche avanzate proposte. Verranno selezionate a tal fine opportune pratiche del Vijnana Bhairava Tantra e verrà indicata la modalità di accesso agli stati di coscienza dilatata.
2. La lettura sarà eseguita individuando alcune parole chiave che costituiscono gli estremi entro i quali si inscrive la ricerca spirituale della Dottrina del Riconoscimento.
3. Per tali parole chiave verranno brevemente discussi i significati che ad esse sono stati dati nella tradizione filosofica occidentale, con rilievi critici e storico-filosofici.


PROGRAMMA:

La prima giornata sarà dedicata al tema del Vuoto nella Dottrina del Riconoscimento con la lettura ed il commento di passi selezionati dei testi fondamentali pervenutici. Su tale tema verranno individuate parole chiave delle quali verrà discusso il significato nella comparazione della tradizione dello shivaismo tantrico con la tradizione dello Yoga di Patanjali, del’ Advaitavedanta e con quella buddhista.
Nella seconda giornata discuteremo il concetto di Vuoto nella tradizione filosofica Occidentale, nel suo problematico rapporto col Nulla ed esaminandone il ruolo nel pensiero di Democrito e nella fondazione dell’atomismo. Verrà esaminato il tema del vuoto pneumatico nel percorso cognitivo filosofico-scientifico occidentale, nell’epoca Rinascimentale e Moderna per quanto possibile nei ristretti limiti di tempo previsti. Il secondo percorso meditativo comprenderà alcune pratiche selezionate di meditazione sul Vuoto indicate dal Vijnana Bhairava Tantra come volte a realizzare quegli stati coscienziali che sono l'obiettivo della Dottrina del Riconoscimento.
Nella terza giornata conto di presentare, sia pure schematicamente ed in modo comprensibile, alcuni principi di base della Meccanica Quantistica. In particolare, verrà discusso il concetto di Vuoto Quantistico e le sue implicazioni cosmologiche. Verrà lasciato ampio spazio alla discussione. Verrà impostato criticamente il confronto col concetto di Shunya dello sivaismo del Kashmir.


IL LUOGO:
Centro Yoga Bhadra, via G. Bruno 11, 20154 Milano, Tel 02 347939 info@centroyoga.it, http://www.centroyoga.it">www.centroyoga.it


Il ciclo di letture per l'anno accademico 2018-2019 si svolgerà nelle seguenti date:
19 Gennaio, 30 Marzo e 25 Maggio 2019
dalle ore 10 alle 13 e dalle 14.30 alle 17,30


Chi desidera avere l’attestato di partecipazione sarà soggetto alle seguenti norme:
*Pagamento della quota di 250 Euro, di cui 150 anticipati all'atto dell'iscrizione ed il saldo entro il Marzo 2019.
Il numero minimo di iscritti é di 10 persone, mentre il numero massimo é non più di 30.


Il corso sarà tenuto da Alessandro Manià.
 Ricercatore universitario nel campo della Fisica Matematica e della Meccanica Quantistica, pratica yoga dal 1963. Formatosi sotto diversi maestri, approfondisce lo studio del filone dello yoga tantrico seguendo gli insegnamenti della scuola di Sw. Satyananda ed una approfondita ricerca personale sullo Shivaismo del Kashmir. Conduce da anni corsi di postformazione su tale linea spirituale. E' fondatore nel 1997 di Hatha Vidya, gruppo di ricerca teorico-pratica sullo yoga. Membro dal 2000 al 2012 del Consiglio Direttivo della Yani e del Comitato di Redazione di Percorsi Yoga, è attualmente membro della Commissione Tecnico-scientifica della Yani.


Il centro Yoga Bhadra raccoglierà le iscrizioni e i corrispettivi, assicurando al relatore un compenso pari al 50% degli incassi, cui verrà applicata la ritenuta d'acconto di legge (20%).
Alessandro si incaricherà di:
*Presentare il progetto alla Yani per ottenere il riconoscimento;
*Avvisare i partecipanti delle precedenti lezioni che nella lezione di settembre verrà presentato il progetto e che nella successiva
lezione di ottobre verranno raccolte le adesioni.
Beatrice fornirà la palestra e provvederà agli aspetti logistici.