FORMAZIONE CONTINUA

Indietro

Saktopaya yoga, pratiche tantriche di pranayama, concentrazione, meditazione

Luogo: Val Tartano SO
Data Inizio: 14.09.2019
Data Fine: 15.09.2019
Telefono: 3474630811
E-mail: alfagino@alice.it

Saktopaya yoga, pratiche tantriche di pranayama, concentrazione, meditazione

Organizzato da: Gino Fioravanti

Condotto da: Gino Fioravanti

Numero di ore riconosciute: 11

Luogo di svolgimento: Val Tartano SO

 

Saktopaya yoga
Pratiche tantriche di pranayama, concentrazione, meditazione


Luogo Val Tartano (SO)
Data di inizio 14-09-2019
Data fine 15-09-2019 

Telefono 347.46.30.811
nfo@corsidiyoga.com">Info@corsidiyoga.com
Sito http://www.corsidiyoga.com">www.corsidiyoga.com

Organizzato da: Fioravanti Gino
Condotto da: Fioravanti Gino
Numero di ore riconosciute 11
Luogo di svolgimento: Albergo Gran Baita, Tartano (So)

Argomento

 

La meditazione è una sadhana chiamata, nello yoga tantrico, Saktopaya. L’obiettivo è alleggerire la mente e trasformare il corpo (svuotandolo, attraverso il concetto di laya, dai residui delle sensazioni prodotte dalle azioni quotidiane, samskara parinama). Tale condizione apre nell’interiorità una dimensione ampia e profonda chiamata sambhavopaya.
Utilizzeremo alcune meditazioni tratte dal Vijnanabhairava, un testo tantrico tradizionale che propone pratiche meditative semplici e distensive che muovono in questa direzione.
I sutra scelti sono quelli che invitano al pranayama (sutra 24-27) e alla percezione degli spazi “vuoti” del corpo o del corpo avvolto dallo spazio (sutra 43-48, 79, 82).
Saranno privilegiate pratiche che portano a un alto gradi di percezione corporea, prendendo in considerazione le attività di tutti gli interocettori presenti nel corpo. 

Orari: sabato: mattino 10.30-13, pomeriggio 15-19, domenica: mattino 9-13.30  

Quota del seminario: euro 160, comprensiva del corso, vitto (bevande incluse) e alloggio (supplemento di 10 euro per la camera singola).

Curriculum

Gino Fioravanti è insegnante e responsabile dell’accademia Samavaya. È socio YANI. Negli anni 70 si avvicina alla Bhagavad-gita e inizia la pratica dello yoga. Negli anni 80 si interessa di Do-in e macrobiotica con A. Grassani e A. Sama. Ha praticato meditazione con A. Elenjimittam, monaco domenicano e allievo di Gandhi. Nel 1988 segue, per sette anni, una formazione in Ortho-Bionomy®, con il dott. Arthur L. Pauls. Dal 1986 si occupa di DBN. Si è diplomato in tecniche di preparazione fitoterapiche, presso la regione Lombardia. Frequenta corsi di reflessologia del piede. Negli anni novanta si diploma in naturopatia presso la LUINA e si interessa di tradizione alchemica. Studia M.T.C. con Padre C. Larrè e E. R. De La Vallè (1991-1997) conosciuti durante un percorso formativo condotto da J.P. Resseguier e L. Grill riguardante l’etica della relazione e l’armonizzazione del corpo sensibile. Insegna yoga dal 1991 ed è insegnante e responsabile della scuola di formazione per insegnanti yoga Accademia Samavaya dal 2012. Dal 2003 pratica e insegna yoga seguendo gli studi e le ricerche del dott. M.V. Bhole. S’interessa di shivaismo kashmiro che inizia a conoscere seguendo alcuni incontri con M. Dyczkowski ed E. Baret (2015). Dal duemila compone e produce musica d’ambiente. Ha pubblicato: Aromaterapia e musica (Xenia, 2000), Ortho-bionomy (Mediterranee, 2004), Le origini dello yoga (2019).