FORMAZIONE CONTINUA

Indietro

Śaṅka-prakśālana – il lavaggio della conchiglia

Luogo: Molini di Triora IM
Data Inizio: 05.06.2020
Data Fine: 07.06.2020
Telefono: 3478706694
E-mail: info@pramiti.it

Śaṅka-prakśālana – il lavaggio della conchiglia

Organizzato da: Walter Thirak Ruta

Condotto da: Walter Thirak Ruta, Jennifer Leroy

Numero di ore riconosciute: 22

Luogo di svolgimento: Molini di Triora IM

 

Titolo: Śaṅka-prakśālana – il lavaggio della conchiglia

Tema: Questa pratica lava gli intestini che hanno una forma simile a una conchiglia. È un modo sistematico e gentile per lavare completamente l’intero canale alimentare, dalla bocca all’ano. 

 

Parte teorica

Il giorno antecedente la pratica saranno fornite le spiegazioni indispensabili al processo effettuato il mattino successivo. Verrà reperito un luogo appropriato per ognuno in natura o in dei servizi igienici all’interno del casolare ospitante il gruppo. Verranno valutate, singolarmente, le eventuali patologie in atto che obbligano a limitare sia la quantità di acqua ingerita (laghu Śaṅka-prakśālana) che la quantità di sale e tipo di sale per litro d’acqua.

Il giorno della pratica, nel pomeriggio, non si svolgeranno parti teoriche rilevanti, ma ampio spazio verrà dato alla conversazione per condividere l’esperienza fatta insieme il mattino.

Il giorno successivo al lavaggio la teoria riguarderà tutte le informazioni alimentari per restaurare le condizioni ideali a livello intestinale. Verranno elencati i cibi e le cotture da prediligere; i cibi e le cotture da evitare; infine verrà indicato come ritornare gradualmente ad un’alimentazione senza troppe restrizioni. Ampio spazio sarà dedicato alla lettura dei testi dell’ayurveda che indicano quali sono i risultati benefici di questa grande pulizia; sempre dal punto di vista dell’ayurveda, si delineerà come si può modificare nel tempo le proprie abitudini alimentari.

Parte pratica

il giorno prima della pratica ci si eserciterà sugli esercizi da utilizzare durante il lavaggio. Si mangerà cibo abbastanza liquido e caldo (esempio minestrone di verdure). Si canterà intorno al fuoco prima di andare a dormire.

Il giorno della pratica dopo il lavaggio sarà evitato il dormire ed il prendere freddo. I momenti di relax, di dialogo e di camminate nei prati circostanti si alterneranno ciclicamente. Si mangerà il kechari. Ci si scalderà al sole oppure davanti al fuoco. Si eviteranno sforzi fisici o emotivi.

Il giorno successivo al lavaggio una leggera pratica di yoga, possibilmente all’aperto nelle ore ne fredde ne calde del mattino. Il karma yoga mettendo in ordine il casolare ospitante e la parte di bosco utilizzata durante il lavaggio.

 

Nome docenti:

Walter Thirak Ruta esperto di yoga e di ṣaṭkarman appresi direttamente da Sri Sri Sri Satchidanada Yogi. Socio YANI dal 2002

Jennifer Leroy insegnante di yoga e insegnante formatrice insegnanti, ha studiato con Sri Sri Sri Satchidanada Yogi e presso lo Shivananda Institute del Kerala. È stata socia YANI. Dal 2004 organizza pratiche di gruppo di Śaṅka-prakśālana due volte all’anno, in primavera ed in autunno.

 

Obbiettivi generali:

Parte teorica:

Tutti gli I ṣaṭkarman, tra i quali Śaṅka-prakśālana, solitamente sono per praticanti che hanno alle spalle un minimo di esperienza su pratiche meno avanzate. Tutti gli I ṣaṭkarman vanni accluse ad uno stile di vita yogico; non sono esercizi da praticare slegati da uno stile di vita disciplinato. Apprendere tale tecnica costa parecchio impegno, soprattutto le prime due o tre volte che la si esegue. In seguito, se eseguita con regolarità almeno una volta all’anno, diventa molto meno dispendiosa a livello fisico ed emotivo, garantendo ottimi benefici.

La pratica di Śaṅka-prakśālana è considerata positivamente ed è acclusa alla maggior parte di formazioni di insegnanti yoga tradizionali. Vi sono stati grandi estimatori di tale pratica tra gli yogi contemporanei occidentali tra cui Andrè Van Lysebeth che a scritto un eccellente manuale sul lavaggio dell’intestino: “2 x 7 jours pour rajeunir”. Per alcuni risulta un ausilio utile per lasciarsi alle spalle vizi nocivi e deleterie abitudini igieniche. 

Oggigiorno tale pratica viene eseguita con indicazioni sommarie tratte da internet o da fonti non adatte alla divulgazione dello yoga, causando disagi e fomentando critiche riguardo tale “grande pulizia di fine anno”. 

Verranno fornite i ragguagli per eseguirla da soli; verranno evidenziati i motivi per non “prendere alla leggera” tale pratica; verranno evidenziati i maggiori errori da non commettere per eccesso di entusiasmo.


Parte pratica:

  • Promuovere le condizioni psicofisiologiche di base per poter integrare i Śaṅka-prakśālana nella propria disciplina yoga. 
  • Pratica completa di Śaṅka-prakśālana. Pratice leggere di hatha yoga nel giorno precedente e in quello successivo.
  • Alimentazione appropriata digeribile e nutriente, tra cui il kechari nel giorno del lavaggio. 
  • Rintracciare i punti di contatto tra i ṣaṭkarman e altri sistemi di igiene interna come la respirazione o il rasserenamento della mente o la meditazione.

Luogo di svolgimento: San Giovanni dei Prati (1.240 s.l.m.) Molini di Triora (IM)

Date: dal primo pomeriggio del 5 giugno al primo pomeriggio del 7 giugno

Numero di ore previste: 22

Margine di assenze consentite: 20 % assenza concordata con preavviso

SCUOLA YOGA PRAMITI

indirizzo VIA CABAGNI BACCINI 15 – 18039 VENTIMIGLIA 

Sito web www.scuolayogapramiti.it