I MEDIA DICONO

Indietro

07.04.2006

Lo yoga sazia la

Fonte: web

L'asma  è una malattia che colpisce molti e della quale si conosce poco.
Durante la crisi d'asma il polmone è paragonabile ad un palloncino che non riesce a svuotarsi. Questo per il paziente significa soprattutto "mancanza di respiro", ma anche tosse, respiro sibilante o fischiante.

L'allergia è causa del 50% delle forme d'asma. Tuttavia l'asma colpisce solo quelle persone che sono individualmente predisposte e le cui cellule muscolari bronchiali presentano una certa sensibilità.

Il trattamento dell'asma allergica richiede da parte del paziente attenzione al contatto con allergeni, quali la polvere, le muffe, i pollini e assunzione di farmaci, a scopo preventivo e/o desensibilizzante.

Accanto alle terapie tradizionali lo yoga può essere un valido aiuto nel trattamento di questa malattia.
Lo sottolinea una ricerca dell'Universita' thailandese Khon Kaen, presentata negli Stati Uniti alla conferenza Experimental Biology che ha preso in esame l'efficacia di cinque posizioni dell'Hatha Yoga, tra cui il gatto, l'albero e il cammello, nel migliorare la funzione polmonare, aumentando il volume massimo dell'inspiro e l'efficacia dell'espirazione.

I soggetti asmatici hanno la tendenza a tenere le spalle curve comprimendo la parte alta del torace.
Nello yoga molti esercizi fisici, lavorando sull'apertura delle spalle e della gabbia toracica, rendono più efficace e profonda la respirazione, contribuendo ad una maggiore vitalità e forza interiore.

Quando situazioni emotive, responsabilità troppo grandi lasciano "letteralmente senza fiato", liberare il respiro, attraverso la respirazione completa, la respirazione yogica, permette di scaricare le tensioni accumulate. I muscoli bronchiali si rilasciano, il catarro si scioglie, il respiro torna regolare.

Si ottengono così risultati sia a livello fisico, sia a livello emotivo e mentale. Corpo e mente guidati dal respiro entrano in uno stato di armonia e di calma. Diventa più facile riconoscere e gestire i riflessi nervosi involontari,  e imparare a governare un attacco di asma riducendo la sensazione di panico.

Riferimenti: http://divulgativo.pneumonet.it/educazionale/asma/asma.html">http://divulgativo.pneumonet.it/educazionale/asma/asma.html
http://www.the-aps.org/press/conference/eb06/3.htm">http://www.the-aps.org/press/conference/eb06/3.htm
http://www.redmarcial.com.ar/salud/yogayasma.htm